X


Alberi in condominio: le regole.

Alberi in condominio: le regole.

Anche se, soprattutto in città, raramente incontriamo condomini circondati da lussureggianti giardini, bisogna tenere a mente che i cortili condominiali se provvisti di alberi devono seguire regole e norme precise per quanto riguarda il distanziamento, l'eventuale abbattimento e la potatura.

Per abbattere un albero (magari malato o che crescendo ha iniziato a creare problemi per gli accessi ai garage o alle entrate, e che per questo motivo rappresenta anche una fonte di pericolo) è necessario il consenso dell'assemblea condominale e, il più delle volte, un'autorizzazione comunale.

Il distanziamento invece si calcola sulla base delle altezze degli elementi presi in considerazione: deve essere di almeno 3 mt dal confine del giardino per gli alberi ad alto fusto, 1,50 mt  per quelli non ad alto fusto, mentre di 50 cm per siepi ed arbusti.

Attenzione poi alla periodicità della potatura: i rami delle piante non devono creare in alcun modo una minaccia o un pericolo, pertanto bisogna garantirne la manutenzione da parte del giardiniere di condominio, la cui spesa è equamente divisa tra i condomini.

Attenzione però: se gli alberi o le piante si trovano nel giardino privato di uno dei condòmini e fungono da abbellimento per l'intero edificio, la potatura avviene per un interesse comune ed il proprietario può reclamare la partecipazione del resto dei condomini alle spese di manutenzione.

Contatti

Il nostro staff è a tua completa disposizione per qualsiasi informazione. Compila il modulo e verrai ricontattato.

  Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 196/03 e D.Lgs. 101/2018. Leggi informativa completa